TRESSETTE

Registrati e gioca GRATIS a tressette online.

Il Tressette, o tresette è considerato da molti un gioco molto complesso, e che molti si rifiutano di imparare, negando la partecipazione al tavolo di gioco se invitati, con la solita frase di scusante "non ricordo bene le regole".

Questa diffidenza verso il tressette è sia legata all'apparente complessità delle sue regole, che spiegate tutte insieme (come accade spesso, prima di iniziare la partita) generano confusione, sia per il fatto che il suo diretto antagonista, ossia il gioco della briscola, è decisamente il gioco di carte italiane più popolare ed allo stesso tempo più semplice e di immediato apprendimento che ci sia, e quindi in molti casi si preferisce giocare ad un gioco più semplice ed universalmente conosciuto, evitando il rischio di dover interrompere la partita a causa dell'incapacità di un giocatore inesperto di operare secondo strategia.

Insegnare a giocare a briscola richiede sicuramente meno tempo di quanto richieda spiegare le regole, le logiche e le strategie del Tressette a una persona a digiuno di entrambi i giochi. Proprio per questo, sia per la rapidità che per la semplicità, la briscola è conosciuta da tutti, mentre il tressette sembra un gioco destinato esclusivamente all'elite dei cervelloni.

Non è così. Imparare a giocare a tresette è cosa semplice (è sufficiente leggere il regolamento del tressette), se non si ha la pretesa di "performare" sin dalla prima partita. Un periodo di prova e di apprendimento giocando è lecito, soprattutto perché è importante capire che lo stimolo mentale ed il divertimento strategico di coppia che si vivono in questo gioco, derivano proprio dalla maggior complessità rispetto a giochi quali la scopa o la briscola stessa (senza nulla togliere).

Come nel gioco del burraco e a differenza invece del Poker Texas Hold’em, il Tressette è un gioco di squadra, benché esista la versione del gioco a due, uno contro l'altro, ma praticata molto meno rispetto alla versione a coppie.
Anche il fatto che non si possa parlare se non al proprio turno, potrebbe non piacere di primo acchitto, ma giocando, anche questa regola contribuirà a dare maggiore suspance alla partita, e la fase di "parlata" sarà presto chiara in tutta la sua eleganza.

Si utilizzano le carte napoletane o le carte piacentine, anche se nel nord Italia viene praticato anche con le carte bergamasche ed in Sicilia con le siciliane.

Come tutti i giochi il Tressette ha una serie di varianti che lo rendono famoso sotto altra veste ed altro nome:

Tressette a perdere (o a non prendere)

Conosciuto anche con il nome di "traversone", "rovescino", "vinci ma perdi" o "ciapa no")
è identico al tressette in tutto e per tutto ma senza l'accuso e con l'obiettivo di perdere e non di vincere. Si gioca sempre a punti come nella versione classica. Si può giocare con quattro, cinque e otto giocatori. Questa è ritenta la variante più giocata del tressette. E' pertanto presente su Biska, dove la si gioca in quattro giocatori.

Tressette in due

Si gioca con la distribuzione iniziale di dieci carte a giocatore, e con un mazzo centrale di venti carte coperte al centro del tavolo. Il giocatore che vince la mano, come nel caso della briscola, pesca per primo la carta dal mazzo, mostrandola all'avversario prima di metterla tra le proprie carte. A seguire, anche l'altro giocatore prende la carta e la mostra prima di riporla nel proprio "ventaglio" di carte. Questa variante non è presente in Biska ed è in fase di sviluppo.

Il Tressette con la chiamata al Tre (o la chiamata del Tre)

Quasi a copiare il gioco della briscola chiamata, Il Tressette con la chiamata del tre si gioca con le normali regole del tressette, ma con le squadre che non si compongono in relazione alla posizione nel tavolo, ma con la fase di chiamata. Il giocatore di mano chiama una carta di valore "Tre" e di un qualsiasi seme (a patto che tale carta non sia in suo possesso). Automaticamente il giocatore che possiede tale carta chiamata, diventa il suo socio nella partita. Questa versione non è attualmente presente in Biska.

Tressette col morto (o Tressette con la guercia)

Si gioca in tre e il "morto" rappresenta il compagno inesistente di colui che distribuisce le carte (mazziere). Il morto riceve le carte come un giocatore normale, ma quando all'inizio del gioco, colui che è di mano ha giocato la sua prima carta, tutte le carte del morto vengono scoperte per essere giocate, al turno del morto, dal mazziere. Questa versione non è presente in Biska.


Il calcolo delle probabilitÓ dell'accuso nel tressette
Il codice di Chitarrella, scopone scientifico e tressette.
Come giocare a Tressette con soldi veri

Il Tressette di Biska ha ottenuto un voto medio di 3.0 su 5 Giudizio basato su 520 voti (accedi per votare).