STRATEGIA NEL GIOCO DEL BURRACO

Tutti, soprattutto i giocatori alle prime armi, si chiedono quale sia la strategia migliore che dia più probabilità di vincere in una partita di burraco. 

Tra i vari dubbi ci sono i classici :

  • E' il caso di compromettere un burraco per andare a pozzetto ?
  • La tecnica oramai vista e rivista del compagno che prende sempre tutte le carte dall'area di scarto calando appena possibile le combinazioni, mentre l'altro dei due punta al pozzetto e alla chiusura ?
  • E' meglio calare più scale dello stesso seme o attendere fino a comporne una unica ?

In generale, sarebbe bene conoscere quale strategia paga meglio nella maggior parte dei casi, come in qualsiasi altro gioco di carte. La realtà è che molto dipende dalla situazione in corso e dalle carte di partenza. Vediamo comunque come si può cercare di riassumere le migliori regole di gioco del burraco per coprire la maggior parte delle situazioni che si andranno a verificare.

I consigli generali, comunemente condivisi dai grandi giocatori esperti sono i seguenti:

Il gioco del burraco ha una componente intrinseca che è la gestione temporale degli eventi. La conduzione della partita deve segiure la logica di anticipare le mosse dell'avversario, ed evitare di scartare preziose carte che potrebbero essergli utili. Anche qui, la conta delle carte, e la comprensione della strategia che l'avversario sta impiegando è, come nel poker texas hold'em, necessaria a raggiungere la vittoria. A tal proposito, questo articolo si incentra su due punti fondamentali:

1) Parlando quindi di tempistiche, l'ordine dell'evoluzione di una smazzata deve seguire necessariamente il seguente ordine:

  • Chiusura per poter prendere il pozzetto.
  • Costruzione di almeno un burraco.
  • Chiudere la smazzata terminando le carte in proprio possesso.

E' quindi logico che il primo obiettivo è andare a pozzetto, cercando di realizzarlo ad ogni costo, anche a scapito della costruzione del burraco, che sarà posticipata e tentata successivamente cercando di giocare come meglio si riesce le undici carte pescate dal pozzetto. La partenza deve quindi essere bruciante e deve vedere calate a go go! Tris come se piovesse per andare a pozzetto.
E' decisamente cosa poco piacevole vedere gli avversari chiudere il gioco e vedersi annullare i punti dell'unico burraco fatto dai punti del pozzetto mai conquistato.

2) Sono decisamente molte le variabili che influiscono sul comportamento da tenere nel caso in cui si abbiano in mano degli allunghi che potrebbero consentire la combinazione di un burraco:

  • La presenza o l'assenza di un burraco già realizzato.
  • La quantità di carte in mano al nostro partner.
  • Il punteggio realizzato sino a quel momento.

In questo caso il consiglio è ragionare chiedendosi "Cosa si aspetta da me il giocatore a me socio?"

Anche in questo caso la presenza del burraco è decisiva. Normalmente è valida la regola per cui, in assenza di un burraco, la presa del pozzetto è affidata ad un solo giocatore, mentre con il burraco già realizzato si deve assolutamente anticipare. Tutto a terra appena possibile, sperando di aiutare il compagno che sta andando in chiusura.

Inseguire il burraco pulito è pura utopia. Lo si fa se si hanno casualmente le carte in mano, ma i grandi concordano che sia inutile perdita di tempo cercare di realizzare il burraco pulito. Il rischio che l'avversario chiuda è troppo alto se proporzionato alle probabilità di riuscire in questo intento.

Questa strategia di gioco nel burraco ha ottenuto un voto medio di 4.0 su 5 Giudizio basato su 6 voti (accedi per votare).