ALICE POKER, LA PIù FAMOSA GIOCATRICE DI POKER DI TUTTI I TEMPI

La grande giocatrice di poker Alice Poker.

Alice Poker, giocatrice di poker famosa in tutto il mondo.  

Ok, qui si parla di poker a cinque carte e non di poker texas hold'em.
Sicuramente Alice Poker è la più conosciuta giocatrice di questo gioco in tutto il vecchio west. Donna di provenienza inglese, il cui vero nome era Alice Ivers è nata il 17 febbraio 1851 in Devonshire, figlia di un'insegnante dai modi duri e conservatori, si è trasferita con tutta la famiglia negli Stati Uniti D'america in età ancora molto giovane. Stabilitasi inizialmente in Virginia, Alice riceve insegnamenti di qualità negli istituti americani, per poi muoversi nuovamente a Leadville, in Colorado.

Intorno al 1890 conobbe un pittore di nome Warren G. Tubbs, che lavorava nella cittadina di Sturgis. La vera passione dell'uomo, inutile a dirsi, era quella del gioco d'azzardo. Inutile dire che la donna seguì immediatamente l'uomo per biske clandestine alla ricerca del full d'assi e della vincita che cambia la vita. Famoso fu l'episodio in cui mentre il compagno era intento a discutere con un giocatore ubriaco che lo minacciava con un coltello, la donna tirò fuori la sua 38 magnum e infilò una pallottola nel braccio del minatore ubriaco. 

Fu amore e i due si sposarono dando alla luce ben sette figli.

Tra il pittore e le partite a carte di Alice, i due sono riusciti a mandare avanti la famiglia per qualche anno. La coppia si spostò poi a Deadwood, dove i due comprarono un ranch vicino al fiume Moreau, nei pressi della città di Sturgis.

In questo periodo Alice ridusse di molto il tempo trascorso nelle case da gioco, dedicandosi invece ad accudire i figli e a crescere la sua famiglia. Ma il destino di alice era quello di essere fortunata più con le carte che con l'amore. Tubbs morì per tubercolosi nel 1910.

Si racconta che Alice lo caricò sulla carrozza trainata da cavalli per portare il corpo a Sturgis per farlo seppellire, e che dovette impegnare la fede per pagare per il funerale, e successivamente che si recò nelle case di gioco più volte per recuperare la somma necessaria a riscattare l'anello.


Alice dirà successivamente che il tempo passato al ranch fu il più bello e felice della sua vita e che durante quegli anni non si fece mancare i salloons e le case di gioco, pur amando la quiete della vita di campagna.

In ogni caso, dopo la morte di Tubbs fu richiamata ancora una volta alla dura vita. Assunze allora il fattore George Huckert, per la gestione quotidiana della fattoria, e si spostò a Sturgis per guadagnare dei soldi nel modo che lei conosceva bene.
Huckert si innamorò di lei e le propose di sposarlo. Alla fine, dopo incessanti richieste, la donna accettò affermando "gli dovevo così tanti soldi per tutto il lavoro fatto non pagato che mi è convenuto sposarlo piuttosto che pagarlo, e così acconsentii". 

Il matrimonio durò poco, perchè Alice tornò vedova nel 1913.

Durante il proibizionismo, Alice aprì il saloon chiamato “Poker’s Palace”, tra Sturgis e Fort Meade; un posto che offriva, oltre ai liquori e al gioco d'azzardo, anche "donne".

Fu proprio in una delle sere più spinte dell'attività del saloon, che un soldato ubriaco distrusse il locale, rompendo mobili e vetri.

Ancora una volta Alice rispose tirando fuori la sua 38, sparando all'uomo, che rimase ucciso. Arrestata, Alice finì in prigione, dove trascorse il tempo fumando sigari e leggendo la bibbia, in attesa del processo. Fu assolta per difesa personale. Nel tempo in cui fu in carcere il saloon rimase chiuso per parecchio tempo. 

Alice Poker, all'età di 75 anni

Giunta all'età di 70 anni, e persa la sua bellezza ed il suo fascino, continuò a giocare, vestita da uomo, partecipando occasionalmente in eventi quali il Diamond Jubilee, in Omaha, ( Nebraska ). Divenne famosa per aver detto la frase "Alla mia età suppongo che dovrei fare l'uncinetto, ma preferisco giocare a poker con cinque o sei esperti che mangiare". 

Continuò a gestire una casa di gioco in Sturgis, tra un arresto e l'altro per problemi dovuti al bere, fino a quando, all'età di 75 anni fu arrestata l'ultima volta per illegale conduzione di bordelli e spedita nuovamente in prigione, dove per fortuna rimase solo qualche mese perchè graziata dal governatore.